...Loading...

Un centro storico fra i più suggestivi e meglio conservati della Riviera di Ponente e i risultati di eccellenza raggiunti nella produzione agricola e nella viticoltura fanno di Albenga una delle località più interessanti della provincia di Savona.
Fondata nel quinto secolo dai liguri ingauni con il nome di Albium Ingaunum, Albenga ha un territorio che si estende dalla pianura formata dal fiume Centa alla costa, comprendendo vasti e ben attrezzati terreni coltivati, il borgo antico caratterizzato da torri, mura medioevali, palazzo nobiliari ed edifici religiosi, i quartieri moderni, con gli ampi viali che portano fino al mare, e l'isola Gallinara, che fu un tempo sede dei monaci Benedettini ed è oggi Riserva naturale.
Albenga conserva importanti testimonianze della sua lunga storia. Fu, infatti, nei secoli, municipio romano, capitale della Marca Arduinica, sede vescovile e libero Comune.
Il centro medioevale è costituito da strade, vicoli e piazze circondati da lunghi tratti di mura. Il cuore del borgo antico è piazza San Michele, per secoli fulcro della vita religiosa e civile, su cui si affacciano il quattrocentesco Palazzo Peloso Cepolla, con una torre angolare del XII secolo, il palazzo comunale, con la casa-torre dei Malasemenza, e il Palazzo vecchio del Comune con la torre comunale, oggi adibita a sede espositiva.
La Cattedrale di San Michele conserva un campanile trecentesco annoverato fra i più pregevoli esempi di architettura tardo-gotica della Liguria. A pochi passi il Battistero, fra i più importanti monumenti paleocristiani del nord Italia, con un bellissimo mosaico del V secolo dedicato alla Trinità e agli apostoli.
Molti i musei che meritano una visita: Palazzo Oddo ospita una mostra permanente di circa 200 vetri antichi rinvenuti durante gli scavi effettuati nelle necropoli cittadine (tra questi reperti c'è un pezzo unico al mondo: il celebre Piatto Blu del II secolo d.C.), il Civico Museo Ingauno, che raccoglie testimonianze dell'Albenga romana e bizantina, il Museo Navale Romano con i reperti provenienti dal relitto di una nave oneraria romana del I secolo a.C. naufragata di fronte alle coste albenganesi, e il Museo di Arte Sacra della Diocesi di Albenga-Imperia.
Da segnalare, infine, le eccellenze dell'agricoltura e della viticoltura ingauna: l'asparago violetto, tutelato da Slow Food attraverso uno dei suoi presidi, la zucchina trombetta, il pomodoro cuore di bue, il carciofo spinoso e i vini Doc Rossese, Vermentino e Pigato.
vai al sito del Comune di Albenga

Si ringrazia per le informazioni l'Ente di Promozione Turistica della Riviera delle Palme www.visitriviera.it

 

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information
Our website is protected by DMC Firewall!